La Sagra della Varola di Melfi

sagra della varola di melfi - blog di viaggi

TRANSLATE:

Nella penultima settimana di Ottobre di ogni anno, si festeggia a Melfi, in provincia di Potenza, Basilicata, la cosìdetta Sagra della Varola, in cui si celebra il marroncino del Vulture, ovvero la castagna locale, che si appresta anche a ricevere il marchio I.G.P.. La sagra si estende in lungo e in largo per tutto il centro storico della città e offre tantissime proposte enogastronomiche, e non solo, legate alla castagna e al territorio, più in generale, fino al suo simbolo vero e proprio: le caldarroste, castagne arrostite direttamente sul fuoco.

sagra della varola di melfi - blog di viaggi

Io e Ale abbiamo partecipato alla 56° edizione di questa sagra, ad Ottobre 2015, è stata la nostra prima volta a Melfi e dobbiamo ammettere di essere rimasti molto sorpresi, in positivo, dalla vastità di questo evento. Molto ben organizzato, e vasto appunto, nel senso che si estende per diversi chilometri, perdendosi nei vicoletti della città vecchia, partendo da Piazza Umberto I.

Siamo particolarmente amanti del periodo autunnale, dei suoi colori e dei suoi sapori, e non poteva esserci occasione migliore, per celebrare la stagione della caduta delle foglie, di questo evento. 

sagra della varola di melfi - blog di viaggi

Nell’aria, l’odore affumicato delle castagne cotte sulla brace invade le narici, nella piazza è allestito un enorme stand ricoperto di foglie di castagno che lascia spazio, al centro, alla “varolata”, ovvero alla cottura, in enormi calderoni, delle protagoniste di questo evento. Tutt’intorno, numerosissimi stand con prodotti tipici locali, soprattutto a base di Varola, of course: castagnaccio, birra alle castagne, crema di castagne e persino i dolci e il gelato di castagne.  Abbondante vino rosso doc della zona ad innaffiare il tutto: l’Aglianico del Vulture.

L’evento però, non mette in mostra solo il buon cibo locale: eventi, balli popolari, piccole bande, concerti, mercatini, bancarelle di ogni sorta e, addirittura, le giostre (che un pò snaturano l’aria così rustica e ruspante dell’evento, ma sono poste in zona periferica, per fortuna).

sagra della varola di melfi - blog di viaggi

Ci ha sorpresi molto anche la bellezza del centro storico medievale della città, l’ampia piazza della bella cattedrale di Santa Maria Assunta, il castello e la sua cinta muraria. 

Noi ci siamo divertiti e ci torneremmo molto volentieri. Vale veramente la pena, si respira tutta l’atmosfera autunnale, rustica e genuina, della Basilicata. Ci siamo portati a casa un bel salame, una cassetta con delle bottiglie di vino locale (che sono, ovviamente, già finite!), e poi, naturalmente, il marroncino, la varola, che non poteva proprio mancare, e che abbiamo degustato anche sul posto.

Come sempre, le foto parlano più di mille parole, quindi vi lasciamo a quelle!  

sagra della varola di melfi - blog di viaggi

sagra della varola di melfi - blog di viaggi

sagra della varola di melfi - blog di viaggi

sagra della varola di melfi - blog di viaggi

sagra della varola di melfi - blog di viaggi

sagra della varola di melfi - blog di viaggi

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e ci farai felici!
Se “MiStoViaggiandoAddosso” ti entusiasma, seguici su Facebook, Twitter e Instagram!
Se pensi che questo articolo possa essere utile ai tuoi amici, condividilo sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *