Liebster Award: il Premio per i Blog Emergenti – Noi ne abbiamo ricevuti due!

TRANSLATE:

E’ con molto piacere e orgoglio che accettiamo e riproponiamo i Liebster Awards che ci sono stati assegnati da Lemuri in Viaggio e da Sognando Caledonia. Grazie ragazzi! Vi seguiamo a nostra volta e vi consigliamo a tutti i nostri lettori, è un piacere leggervi!

Chiediamo scusa per il ritardo con cui scriviamo questo post, ma eravamo in giro, impegnati nel nostro ultimo “on the road” e non siamo riusciti a dedicarci troppo alla scrittura.

Il Liebster Award è un premio virtuale assegnato di blogger in blogger. La peculiarità sta nel fatto che possono essere nominati solo blog emergenti e che ognuno poi nomina a sua volta i suoi preferiti. Insomma, è un modo per farsi conoscere, conoscere e far conoscere nuovi travel blog.

Quindi iniziamo! Per partecipare al premio, bisogna anzitutto rispondere alle domande poste da chi ci ha nominati, e, in secondo luogo, bisogna nominare altri travel blogger e porre loro le nostre domande.

Le domande dei LEMURI IN VIAGGIO

1) Qual’è stato il viaggio più difficile da organizzare e perchè?
Il viaggio più difficile da organizzare è stato l’ultimo, il nostro on the road by bus in Andalucia, non per una questione di difficoltà in sè e per sè, ma per una questione di tempo. E’ stata la prima volta infatti, che ci siamo ritrovati ad organizzare un “on the road” lavorando contemporaneamente a tempo pieno. Il tempo sembrava non esserci mai. Fino all’ultimo giorno prima della partenza siamo stati a completare la nostra organizzazione.
2) Qual’è il posto che vorresti assolutamente visitare e che non hai ancora visto ?
Vorremmo approfondire la conoscenza degli USA, li abbiamo amati durante il nostro primo viaggio, e vorremmo tornarci al più presto. In particolare, il prossimo obiettivo potrebbe essere proprio NYC.
3) Qual’è la cosa più bella che qualcuno ha fatto per te durante un viaggio?
Come abbiamo raccontato qui sul blog, negli USA, nei pressi del Grand Canyon, abbiamo bucato e il telefono non prendeva e siamo stati soccorsi da un’adorabile signora e dal suo cane che, in maniera del tutto altruistica e disinteressata, ha trascorso con noi tutta la sua mattinata per prestarci aiuto e supporto.
4) Qual’è stato il piatto più disgustoso che hai mangiato e dove?
Patè di fegato d’oca, a Parigi. Oltretutto a tradimento, perchè all’epoca eravamo un pò inesperti e non eravamo certi di aver capito cosa avevamo ordinato. Sappiamo che in molti lo considerano una prelibatezza, ma non rappresenta per nulla i nostri gusti, ed è stato odio al primo morso!
5) Preferite scrivere i post per il vostro blog durante il viaggio o al rientro ?
Al rientro. Con calma, seduti alla scrivania, ripercorriamo con la mente tutte le cose meravigliose che abbiamo visto e fatto.
6) Racconta un momento di viaggio in cui hai avuto paura.
Fortunatamente non ce ne sono.
7) Come scegliete la destinazione del vostro viaggio?
Vale propone, Ale propone. Vale rilancia, Ale pure. Si parla, si discute, si sogna, si reperiscono le primissime info, si fa un bilancio ipotetico dei costi. Alla fine di tutto ciò, generalmente la destinazione vien fuori da sola.
8) Quali sono gli accessori che proprio non possono mancare in valigia?
La macchinetta fotografica senza alcun dubbio, e poi un libro, uno bello.
9) Avete delle scaramanzie di viaggio?
Nessuna in particolare. Riportiamo sempre un magnete da appendere in cucina, per ogni nostro viaggio, ma forse non è un vero e proprio rito scaramantico.
10) Cosa rispondi alle persone che ti giudicano perchè viaggi molto ?
La vita è una questione di priorità. Molti ad esempio, trovano strano che dopo 5 anni di matrimonio noi ancora non facciamo figli e quando annunciamo che siamo in partenza ci guardano strano, come se pensassero che non abbiamo tutte le rotelle a posto o che andiamo a sprecare soldi in giro per il mondo e non ci preoccupiamo di metter su famiglia. Ma, come scritto sopra, la vita è una questione di priorità, ognuno ha le sue, e sono diverse per tutti. Meno male che non siamo tutti uguali, altrimenti sai che noia?! Comunque spesso ridiamo tra di noi, immaginando le facce di queste persone quando avremo un figlio, e lo porteremo in viaggio con noi! 😉
11) Quali sono i libri che ti hanno ispirato un viaggio?
Libri non ce ne vengono in mente. Forse film. E anche serie tv. Tante 😀 .

Le domande di SOGNANDO CALEDONIA

1)Perché hai deciso di aprire un blog?
Spesso, tornando a casa dopo i nostri viaggi, ci è capitato di raccontare con grande euforia ad amici e parenti le nostre avventure, mostrare foto e video, e notare, ad un certo punto, un leggero disinteresse che, siamo sinceri, un pò ci feriva. La verità è che nessuno può comprendere fino in fondo le emozioni vissute durante un viaggio, forse solo chi è realmente appassionato di viaggi… ?! Ecco perchè siamo diventati travel blogger, per la voglia di condividere, di raccontare… e di essere capiti.
2) In cosa il tuo travel blog è diverso dagli altri?
Non lo sappiamo. Forse perchè è… nostro?! Pensiamo che ogni blog sia diverso dagli altri, perchè ognuno vede il mondo a modo suo, con il suo sguardo unico e personale e lo racconta di conseguenza.
3) Sei un blogger full time o hai un altro lavoro?
Ci piacerebbe essere full time ma abbiamo appena iniziato come travel blogger e viaggiare per tutta la vita è un sogno che magari un giorno si realizzerà. Nel frattempo intanto siamo da poco diventati imprenditori, sempre attraverso il web e le nuove tecnologie (nuove?! ormai tanto nuove non sono più), abbiamo un e-commerce che gestiamo con discreto successo, ma che nulla ha a che vedere col viaggiare.
4) Quanto tempo occupa il tuo blog nella tua vita?
Vorremmo ne occupasse di più. Siamo persone molto impegnate, sopratutto ultimamente. La creazione e la gestione del nostro e-commerce, che è ancora nel pieno dei suoi primi tre anni di vita, ci risucchia quasi totalmente.
5) Il tuo blog è specializzato in determinate aree geografiche?
No, raccontiamo tutto. Qualsiasi luogo possa suscitare un’emozione. Che sia dietro casa, qui nella nostra bellissima Puglia, o in capo al mondo.
6) Sei un backpacker? Perchè (o perchè no)?
Backpackers a metà. L’ultimo viaggio è stato un “on the road”, zaino in spalla, in autobus, dell’Andalucia, però non siamo riusciti a rinunciare alla doppia privata con bagno, anche se a super basso costo.
7) Qual è il posto migliore in cui tu sia mai stato? E quello peggiore?
Il migliore è stato lo Yosemite National Park, in California, USA; il peggiore non c’è ancora mai stato.

Le nostre NOMINATION

Viaggio e Sorrido

Viaggi e Pensieri

Appunti di Consapevolezza

Nata per Viaggiare

Con la Valigia Verde

Anna Vagabonda

Fair Blog Travel

Flò in Viaggio

In Giro con Fluppa

I Viaggiascrittori

Beyond The Pillars Of Hercules

Le nostre DOMANDE

1) Pianifichi tutto nei minimi dettagli prima della partenza, o lasci spazio alla scoperta del momento?

2) Come preferisci spostarti? In aereo, in treno, in autobus o in macchina?

3) Quanto è importante il budget?

4) Dove ti vedi tra dieci anni?

5) Che tipo di travel blogger pensi di essere?

6) Qual’è stata la tua destinazione del cuore in assoluto?

7) Cosa ti ha spinto ad aprire il blog?

8) Che utilizzo fai dei social network?

9) Prima di partire ti procuri degli sposor?

10) Come finanzi i tuoi viaggi?

11) A chi si rivolge il tuo blog?

Le REGOLE del LIEBSTER AWARD

Ricordiamo le regole per partecipare a questo passaparola:
1- Ringraziare il blog che ti ha nominato ed assegnato il premio, linkando il suo blog nel tuo post.
2- Inserire il “widjet” o “gadget” del premio nel tuo post.
3- Rispondere alle domande che il blogger ti hanno posto
4- Premiare a tua volta 11 blogger
5- Formulare 11 domande per gli 11 candidati che hai menzionato
6- Informare i blogger del premio assegnato
7- Indicare le regole

Stay Tuned su MiStoViaggiandoAddosso.it
il Blog di Viaggi di Alessio & Valentina! 😉

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e ci farai felici!
Se “MiStoViaggiandoAddosso” ti entusiasma, seguici su Facebook, Twitter e Instagram!
Se pensi che questo articolo possa essere utile ai tuoi amici, condividilo sui social!

11 thoughts on “Liebster Award: il Premio per i Blog Emergenti – Noi ne abbiamo ricevuti due!

    1. Ciao Elisa, allora benvenuta sul nostro blog! I Liebster sono sempre una bella occasione per conoscersi e scoprire nuovi blog. Noi apprezziamo molto il tuo lavoro. 😉 A presto dunque!

  1. La vita e’ una questione di priorita’!! Troppo vero!! Il fatto e’ che trovare persone per le quali il viaggio sia in cima alla lista delle priorita’ e’ difficile, per cui la maggior parte di quelli che ci circondano pensano che siamo un po’ fuori di testa e non ci accontentiamo mai 😀 Ma vaglielo a spiegare che per noi partire e’ piu’ importante di spendere una domenica nel centro commerciale? 😀

    1. Si, siamo dei soggetti misteriosi e folli… siamo degli eterni bambini… siamo degli ingordi… siamo gente che non vuole prendersi delle responsabilità… Ma ciò che hanno visto i nostri occhi e il modo unico in cui il nostro cuore sei riempie dei luoghi che visitiamo… beh, tutto questo… non ce lo potrà togliere mai nessuno <3

  2. Ciao ragazzi, mi sono rivista tanto in alcune risposte… da quella su come scegliete la prossima meta ,che é più o meno quello che facciamo noi ma con l’aggravante che io sono una despota dittatrice, alle facce disinteressate o a volte rosicone proprio di chi prima ti chiede di un posto e poi ti fa la radiografia al conto corrente! Vogliamo parlare di quelli che ci chiedono quando ci sposeremo? Vaglielo a spiegare che a furia di viaggiare probabilmente il budget non ci sarà mai! !! E i commenti della suocera che se “ibbbambbbini” non si fanno le vacanze al mare sono guai a chi li lasciamo? ?? Dura vita che ci siamo scelti !!! Ma in fondo chi se ne importa! Valentina

    1. Ma che bello sapere che non siamo soli a fare ogni giorno i conti con le facce perplesse e i commenti di chi, in fondo, dovrebbe volerti bene e sperare solo che tu sia felice, qualsiasi cosa ti renda felice! Purtroppo non tutti comprendono, ma alcuni si, ed è il nostro caso. Piccolo segreto: anche Valentina – la parte femminile della nostra coppia – siete omonime – è una piccola dittatrice – alla fine le donne sanno sempre cosa è meglio 😉 Grazie per essere passata ed aver lasciato un commento! Ale&Vale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *