La Grotta Magica di Praga, tra Fate e Ninfe dei Boschi…

praga-grotta-magica-reon-argondian-petrin

Si sa, Praga è una città legata alla magia e all’esoterismo, è un luogo con un fascino particolare, quasi oscuro, ma assai intrigante. Durante la nostra permanenza abbiamo scoperto, per puro caso, un posto davvero particolare, che ben si coniuga con questo modo di vedere e vivere la città:

stiamo parlando della Grotta Magica.

Se siete in cerca di un’emozione quasi ultra-terrena, se desiderate immergervi in un mondo parallelo fatto di fate, piccoli demoni, ninfe dei boschi e radici che si arrampicano sul soffitto… allora essa sarà il posto giusto da visitare.

Tutto ha inizio una volta saliti sulla collina di Petrin, con la famosa funicolare, appena giunti in cima notiamo dei cartelli alquanto artigianali appesi ai pali o a qualche albero che indicano, con una freccia, una misteriosa “Grotta Magica”, senza aggiungere niente altro.

TRANSLATE:

Seguiamo così i cartelli e le frecce, come in una sorta di caccia al tesoro, come Alice insegue il Bianconiglio, nel fitto della vegetazione. Quando, ad un certo punto, ci ritroviamo su un sentiero in discesa, circondati solamente dagli alberi, iniziamo a pensare ad uno scherzo, e perdiamo un pò le speranze, quand’ecco un altro cartello ad indicarci la via!

praga-grotta-magica-reon-argondian-petrin
Grotta Magica – Esterno

Alla fine, eccola qua: una casetta strana, nel verde, dinanzi alla quale una donna un pò hippie ci invita ad entrare al costo di 70 corone a testa (circa € 2,50), dicendoci di rilassarci e lasciarci trasportare dai dipinti e dall’atmosfera che avremmo trovato all’interno. Paghiamo questo piccolo pedaggio, molto incuriositi, ed entriamo in un universo parallelo, fantasy e gotico.

I muri della casa si trasformano, pian piano, in pareti di grotta con le radici degli alberi che salgono e fanno da cornice al soffitto, una musica new age, a tratti medievaleggiante, riempie l’aria e, appesi a tutte le pareti ci sono dei quadri incredibili, con figure mitologiche, volti di donne e fate, scene sotto gli abissi marini, e molto altro…

praga-grotta-magica-reon-argondian-petrin
Grotta Magica – Interno
praga-grotta-magica-reon-argondian-petrin
Grotta Magica – Interno

In realtà, la Grotta Magica di Praga è la galleria espositiva dell’artista Reon Argondian, il quale, non solo ha voluto esporre le proprie opere, dipinti e sculture, visionari e un pò esoterici, al pubblico, ma ha voluto proprio ricreare, tutt’intorno ad essi, un mondo di fantasia con un’atmosfera unica, che lui ha battezzato “Argondia” e che permette alla gente di entrare quasi dentro ad un suo quadro. La Grotta, che poi è una casetta, si estende su due piani e, ad un certo punto, ci si potrà imbattere anche in grandi e polverosi divani su cui rilassarsi e lasciarsi trasportare, bevendo alcuni intrugli, alcolici e non, inclusi nel costo dell’ingresso e a libera fruizione dei visitatori. Reon, il cui nome di battesimo è in realtà Jan Zahradník, ha vissuto, nel corso della sua carriera artistica, in diversi paesi, tra cui l’Italia.

praga-grotta-magica-reon-argondian-petrin
Grotta Magica – l’Artista – Reon Argondian

Noi ne siamo rimasti folgorati. Una vera sorpresa che ha saputo trasportarci in un mondo completamente diverso, l’artista è decisamente riuscito nel suo intento!

Se capitate a Praga e siete alla ricerca di un pò di “magia”, questo è il posto giusto.

Leggi Anche il nostro DIARIO DI VIAGGIO A PRAGA.

praga-grotta-magica-reon-argondian-petrin
Opera di Reon Argondian
praga-grotta-magica-reon-argondian-petrin
Opera di Reon Argondian
praga-grotta-magica-reon-argondian-petrin
Opera di Reon Argondian

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e ci farai felici!
Se “MiStoViaggiandoAddosso” ti entusiasma, seguici su Facebook, Twitter e Instagram!
Se pensi che questo articolo possa essere utile ai tuoi amici, condividilo sui social!

2 thoughts on “La Grotta Magica di Praga, tra Fate e Ninfe dei Boschi…

    1. E’ stata una sorpresa, di quelle cose che non programmi. Ci siamo ritrovati ad entrare così, senza sapere esattamente cosa aspettarci. Non ci era mai capitato di inciampare in un posto del genere 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *