Cosa Fare a Siena

Piazza del Campo che si apre maestosa allo sguardo: un’esperienza che già da sola vale l’intero viaggio a Siena. In realtà questo gioiello medievale, Patrimonio Mondiale dell’Umanità per l’Unesco, offre molto altro da vedere e anche da gustare.

Perché la Toscana è così: va osservata, assaggiata e scoperta sotto tutti i suoi molteplici aspetti. Che siano culturali, enogastronomici, storici o legati al divertimento e al benessere.

TRANSLATE:

Cosa visitare assolutamente nel centro storico di Siena

Una particolare forma a conchiglia, un ampio spazio che oggi accoglie gli eventi principali della città, tra cui il famoso Palio: Piazza del Campo può essere considerata l’anima di Siena. Costruita sull’area in cui si incrociavano le tre strade principali della città, è molto frequentata sia dai senesi che dai turisti.

Piazza del Campo – Photo by Flickr, siena_34, autore Alex
https://flic.kr/p/g6k1Vn

Qui infatti è possibile ammirare il Palazzo Pubblico, che ospita il Museo Civico; la Torre del Mangia, eretta nel 1300, imponente con i suoi 102 metri d’altezza e Fonte Gaia, una fontana con incisioni in marmo costruita nel 1346.
Alle spalle di Piazza del Campo è situata la Piazza del Mercato, caratterizzata da un loggiato dell’Ottocento. Attraversandola si può raggiungere l’Orto de’ Pecci, una vallata verde ideale sia per i più piccoli che per gli adulti: ospita infatti una fattoria didattica e un orto medievale.

Da segnare in agenda anche il Duomo di Siena, un notevole complesso monumentale che custodisce opere di Nicola e Giovanni Pisano, Donatello, Michelangelo e Bernini.

Dove trovare il massimo relax a Siena e dintorni

Non solo storia e cultura: Siena è una città circondata da dolci colline, che rendono il suo paesaggio davvero suggestivo. Dall’elegante dimora storica Hotel Palazzo Ravizza a Siena, a pochi metri da Piazza del Campo, si può godere di una vista mozzafiato sulle colline circostanti.

Siena di notte – Photo by Flickr, Siena at night, autore nicolae doca
https://flic.kr/p/6wLsuC

È un punto privilegiato da cui poter pianificare anche la visita dei caratteristici borghi che circondano la città. Dai più piccoli- come San Casciano dei Bagni, Buonconvento e Cetona – ai centri più conosciuti come Montepulciano, Pienza e San Gimignano.

Il territorio della provincia di Siena offre diversi itinerari, tutti con delle peculiarità uniche. Si possono visitare le tenute e le cantine nel Chianti, oppure scegliere il trekking tra la natura selvaggia della Riserva Naturale Torrente Farma per poi concludere la giornata in acque termali, di cui la provincia è ricca. Oppure provare le specialità del territorio in percorsi enogastronomici.
Oltre ai celebri vini Docg e Doc del Chianti, di San Gimignano, Montalcino o Montepulciano, anche formaggi, olio extravergine d’oliva, dolci e ricette della tradizione.

I sapori della cucina senese

A Siena, così come in tutta la Toscana, la cucina è rinomata per i suoi sapori autentici e per l’alta qualità delle materie prime. Assaggiare i piatti tradizionali è quasi un obbligo per i viaggiatori gourmet. Dalle tagliatelle con porcini, zafferano e tartufo bianco ai classici pici – ossia un tipo di pasta fatta a mano, simile agli spaghetti ma più larghi – conditi con sugo del fattore. Dalla pappa col pomodoro – realizzato con pane casereccio raffermo, pomodori, aglio e basilico – al piccione ripieno con salsiccia.

E che dire poi dei dolci? Particolare è il migliaccio alla senese, fatto con il sangue del maiale. Ma ci sono anche i cantucci, da gustare con un bicchiere di Vin Santo.

Non resta che preparare la valigia e partire alla volta di Siena, una città dai mille volti in grado di riservare piacevolissime sorprese.

Siena dall’alto – Photo by Instagram, autore @dariovero_(Dario Veronesi) https://instagram.com/p/BcpQ2wrBXUD/
Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e ci farai felici!
Se “MiStoViaggiandoAddosso” ti entusiasma,
seguici su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube!
Se pensi che questo articolo possa essere utile ai tuoi amici, condividilo sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *