Novità 2022 – Green Pass alle Canarie – Non più Obbligatorio il Certificato Covid

green-pass-alle-canarie

Grandissime novità 2022, negli ultimi giorni, relative all’utilizzo del Green Pass alle Canarie: il consiglio dei ministri dell’arcipelago spagnolo ha deciso di eliminare il certificato Covid obbligatorio per i locali e le attività aperte al pubblico di gioco e svago, ristoranti, pizzerie, pub, bar, ecc, ecc…

Il Green Pass obbligatorio alle Canarie era stato introdotto sotto Natale, nel Dicembre 2021, a causa dell’alta affluenza di turisti sulle Isole e del conseguente innalzamento dei contagi, e poteva essere ottenuto tramite vaccinazione, guarigione o tampone. Tuttavia, era stato reso noto fin da subito che si sarebbe trattato di una misura eccezionale e temporanea. Essa, era in vigore, oltretutto, soltanto nelle Isole in fase 3 e 4.

Per maggiori informazioni, ti spieghiamo tutto nel dettaglio in questo video ⤵️⤵️⤵️

La fasi corrispondono ai livelli di allerta Covid in cui ciascuna Isola si trova, a seconda dell’andamento dei contagi e delle ospedalizzazioni. Esse vengono aggiornate ogni due settimane circa e, ad ogni singola fase (sono quattro in totale), corrispondono misure e restrizioni precise. Per rimanere aggiornati sulle fasi, in continuo cambiamento, vi consigliamo di consultare il BOC, ovvero il bollettino ufficiale sul sito del Gobierno de Canarias.

A proposito di fasi e livelli di allerta, l’ultimo consiglio dei ministri, lo stesso che ha abolito l’utilizzo obbligatorio del Green Pass alle Canarie, non ha poi cambiato molto la situazione: Gran Canaria e Tenerife restano alla fase 4, la più grave e con maggiori restrizioni, mentre tutte le altre Isole sono, attualmente, in fase 3.

E’ importante sottolineare che, anche mentre il Green Pass era obbligatorio per l’ingresso in certi locali, esso non è mai stato obbligatorio per i lavoratori.

Attualmente dunque, il Consiglio ha richiesto al Tribunale di Giustizia de Canarias la proroga dell’utilizzo volontario del Green Pass – certificato Covid – esattamente come era prima che esso diventasse obbligatorio. In altre parole, ciascun locale potrà decidere liberamente ed autonomamente se richiedere all’ingresso il certificato ai propri clienti oppure no. I gestori che decideranno di continuare a richiederlo potranno applicare le restrizioni della fase immediatamente inferiore rispetto a quella in cui ci si trova in quel preciso momento.

La domanda, a questo punto, sorge spontanea: i locali aderiranno a questa iniziativa volontaria? Basandoci su ciò che abbiamo potuto osservare in questi primi giorni, la maggior parte dei gestori non rinuncia a qualche cliente in più, anche se non è munito di Green Pass. Ovviamente questa cosa non vale per tutti, ed è sempre bene, prima, contattare il ristorante o il locale per verificare se il certificato covid viene richiesto oppure no. Inoltre, è bene specificare che le attività che decidono di chiederlo hanno l’obbligo di affiggere fuori un cartello in cui viene dichiarato che, all’interno di quel locale, è richiesto il Green Pass.

Green Pass alle Canarie

In generale, le Canarie hanno registrato, negli ultimi giorni, una discesa significativa di nuovi contagi e qui è iniziata quella che gli spagnoli chiamano la “desescalada”, ovvero un graduale allentamento delle restrizioni.

Tra le altre cose, a partire dal 10 Febbraio 2022, potremo nuovamente togliere la mascherina all’aperto.

Speriamo dunque che l’eliminazione del Green Pass alle Canarie sia solo l’inizio di un progressivo ritorno alla normalità e alla libertà e che esso possa essere mantenuto anche il prossimo inverno.

Ma cosa serve invece, attualmente, per viaggiare? Per spostarsi, cioè, dall’Italia alle Canarie? Puoi scoprirlo in quest’altro articolo.

Cercaci sui nostri social ⤵️⤵️⤵️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.